Post

"Pinocchio e Collodi. Sul palcoscenico del mondo", il papà del burattino analizzato nel saggio di Rossana Dedola

Immagine
Con "Pinocchio e Collodi. Sul palcoscenico del mondo", Rossana Dedola allarga la riflessione che aveva compiuto con "Pinocchio e Collodi" (Bruno Mondadori, 2002), un libro accolto a suo tempo con molto favore dal pubblico dei lettori e dalla critica. Con un approfondito lavoro di ricerca, nella prima parte del libro l’autrice ripercorre la biografia di Carlo Collodi ridando vita a una figura tutt’altro che marginale nel panorama letterario del Risorgimento, fedele agli ideali democratici che lo portarono a partecipare a due Guerre d’indipendenza. Nel saggio vengono messe in evidenza le contraddizioni di fondo che sembrano contrassegnare la vita dell’autore, nato in un ambiente molto povero, ma a contatto diretto con una famiglia della grande aristocrazia fiorentina, e che lo spinsero a critica e combattere le ristrette regole di una società basata su una fortissima discriminazione sociale a suon di risate. Analizzando la collaborazione di Collodi con il “Lampione”, …

"Nel mondo di Piccole donne", attraverso 15 parole Carolina Capria ci accompagna in un viaggio all’interno del capolavoro di Louisa May Alcott

Immagine
Il libro che ispirerà le Piccole donne di oggi con le parole di un classico intramontabile, ora anche un grande film al cinema, è Nel mondo di Piccole donne. 15 parole per diventare grandi (De Agostini) di Carolina Capria. Diventare grandi non è facile. Adesso come in passato. Ma un aiuto a varcare la soglia dell’età adulta può arrivare dalle persone – reali o di fantasia – più inaspettate. Soprattutto può giungere da chi ci è già passato. Come le quattro sorelle March nate dalla penna di Louisa May Alcott. Per generazioni Meg, Jo, Beth e Amy hanno risposto alle piccole grandi domande che accompagnano gli adolescenti, insegnando a gestire “con coraggio il nemico che si annida nel cuore di ognuno”. Attraverso 15 parole, Carolina Capria ci accompagna in un viaggio all’interno del mondo di Piccole donne, perché nonostante tante cose siano cambiate da quando questo capolavoro è stato scritto, anche ai giorni nostri ogni ragazzina cerca il suo modo per diventare una piccola donna. Carolina Cap…

Il Bagutta a Enrico Deaglio, Jonathan Bazzi premiato per l'opera prima

Immagine
È Enrico Deaglio, con La bomba — il volume edito da Feltrinelli dedicato alla strage di piazza Fontana a Milano, 12 dicembre 1969 — il vincitore del Premio Bagutta. Il libro è stato votato a larghissima maggioranza dalla giuria, presieduta da Isabella Bossi Fedrigotti, segretario Andrea Kerbaker e composta da Rosellina Archinto, Silvia Ballestra, Eva Cantarella, Elio Franzini, Umberto Galimberti, Piero Gelli, Ranieri Polese, Elena Pontiggia, Enzo Restagno, Mario Santagostini, Valeria Vantaggi e Orio Vergani. I giurati hanno riconosciuto a Deaglio, «giornalista di lungo corso e molti onori», di aver «condotto un’analisi precisa, puntuale, che non è soltanto la rievocazione di un’orrenda strage, come titolò il “Corriere” il giorno dopo, ma soprattutto di un pezzo della nostra storia, dove in un Paese sgomento si incrociano spezzoni di servizi segreti, anarchici incolpevoli, investigatori onesti e non, terroristi e politici in generale poco capaci. Una storia ricostruita anche con le imma…

"Eichmann - dove inizia la notte" di Stefano Massini, un dialogo feroce con Hannah Arendt

Immagine
“Potere è questo: disporre di una vita non tua”. Nel 1960 viene arrestato in Argentina Adolf Eichmann, il gerarca nazista responsabile di aver pianificato, strutturato e dunque reso possibile lo sterminio di milioni di ebrei. Dai verbali degli interrogatori a Gerusalemme, dagli atti del processo, dalla storiografia tedesca ed ebraica oltre che dai saggi di Hannah Arendt, Stefano Massini in “Eichmann - dove inizia la notte” (Fandango) trae questo dialogo di feroce, inaudita potenza. Il testo è un atto unico, un’intervista della stessa Arendt a colui che più di tutti incarna la traduzione della violenza in calcolo, in disegno, in schema effettivo. In un lucidissimo riavvolgere il nastro, Eichmann ricostruisce tutti i passaggi della sua travolgente carriera, dagli albori nella piccola borghesia travolta dalla crisi fino all’ebbrezza del potere, con Hitler e Himmler raccontati come mai prima, fra psicosi e dolori addominali, in un tripudio di scuderie, teatri e salotti. Da una promozione a…

Angelo Mellone incontra gli studenti dell'Istituto Fermi di Policoro

Immagine
Lo scrittore incontra gli studenti. Domani, giovedì 23 gennaio alle ore 11 sarà lo scrittore Angelo Mellone a dialogare con gli studenti dell’IIS Fermi di Policoro che hanno letto e commentato in classe il suo libro “Fino alla fine – Romanzo di una catastrofe”, edito da Mondadori.
L’iniziativa sarà introdotta dal Dirigente Scolastico Giovanna Tarantino, coordinerà gli interventi degli studenti il professor Pino Suriano.
Questa la sinossi del libro. “Dindo, Claudio e Valeria, detta Gorgo, hanno ormai passato i cinquant’anni. Si ritrovano a Taranto per partecipare al funerale di un vecchio amico. La piazza è piena di gente, e l’atmosfera è pesantissima, incattivita, lacerata, come si sono lacerati nel tempo i rapporti tra gli amici, tanto uniti in gioventù dalle comuni passioni, umane e politiche, quanto lontani e divisi oggi, sia per le strade diverse che hanno preso le loro vite, sia perché la loro amicizia si è frantumata contro il Siderurgico di Taranto, lo stabilimento più grande d’E…

Un affresco sul talento: Antonio Alizzi racconta le "Vite da funamboli"

Immagine
Alferov, Bocelli, Limonov, Scioscia e Sorrentino sono solo alcune delle “voci” che si sono raccontate ad Antonio Alizzi in Vite da funamboli (Sandro Teti Editore).. Il volume raccoglie lunghi dialoghi tra l’autore e personalità di rilievo internazionale, protagonisti nei mondi delle arti e delle scienze, dell’economia e dello sport. Durante le conversazioni, Alizzi ha sollecitato gli interlocutori a ripercorrere i loro momenti di vita più significativi, situandoli all’interno del relativo contesto storico e culturale. Ha chiesto di soffermarsi sull’impatto delle crisi, sul ruolo degli affetti, sulla gestione del successo e sull’effetto del riconoscimento sociale. Li ha invitati, in particolare, ad approfondire il rapporto con la sofferenza e con la morte. Il risultato che ne deriva è un affresco sul talento e sulle sue poliedriche manifestazioni. Pur provenendo da quattro continenti diversi e rappresentando quattordici nazionalità, tutti i personaggi hanno, verso la vita, il medesimo a…

Il 25 gennaio debutta “Matera, paesaggi dell'uomo” (Altrimedia, a cura di Isabella Marchetta) di Michele Morelli

Immagine
Sarà presentato sabato 25 gennaio alle 18,30 a Matera a Palazzo Lanfranchi “Matera, paesaggi dell'uomo” (Altrimedia, a cura di Isabella Marchetta) di Michele Morelli. Con l'autore e la curatrice del volume, dopo i saluti dell'editore Vito Epifania, interverrà Maristella Trombetta, docente di Estetica all’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”. La serata sarà moderata dalla giornalista Rossella Montemurro.
Quella catturata dagli scatti di Morelli non è una Matera immobile, “incantata”, da cartolina ma una Matera viva, che riflette “in movimento” la sua bellezza inglobando, nei suoi scenari, cittadini, lavoratori, turisti. Un colpo d'occhio vivace e ricercato allo stesso tempo, proprio come i testi, curati dall'archeologa Marchetta, che accompagnano il lettore in un itinerario inedito alla scoperta della città dei Sassi. “Le foto di Michele Morelli sono foto psicologiche: si riflette una ragazza in una vetrina sfocata e noi la vediamo nitidamente; - sottolinea Marc…