"Sarà un capolavoro", le lettere che svelano il lato inedito di Francis Scott Fitzgerald


Arrivava a scrivere fino a trenta lettere al giorno - al suo editor Perkins, al suo agente Ober e agli amici scrittori Hemingway e Wilson – e intanto si struggeva d’amore per Zelda.
Sarà un capolavoro. Lettere all’agente, all’editor e agli amici scrittori (minimum fax, collana Filigrana, traduzione di Vincenzo Perna) curato da Leonardo G. Luccone, uno dei massimi esperti italiani di Francis Scott Fitzgerald, raccoglie le lettere scritte dall’autore de Il grande Gatsby Tenera è la notte svelandone un lato inedito.
“La mia vita – ha affermato Fitzgerald – è la storia di una lotta tra l’impetuoso desiderio di scrivere e una serie di circostanze tendenti a impedirmelo”.
Luccone sottolinea come Fitzgerald si sia cimentato su tutto lo spettro della scrittura - poesie, racconti, romanzi, memoir, sceneggiature ma anche pubblicità, quarte di copertina: “A Hemingway fa da mentore, agente e editore; a Perkins, il suo editor, propone decine di scrittori di successo; per il suo editore progetta una collana editoriale; cerca da solo di farsi tradurre all’estero. Oggi lo definiremmo uno scrittore editor, ma allora, per fortuna, a certe etichette non si dava significato. Anche perché  sarebbero state riduttive. Zelda, tre giorni dopo la morte, ricorda che Fitzgerald “ha dedicato notti su notti a lavorare sui manoscritti di altri, a spostare paragrafi e a dare qualche buon consiglio, perfino quando era troppo malato per prendersi cura di sé”.
Le lettere di Sarà un capolavoro mostrano il ritratto di uno scrittore triste, fragile e solo, indefesso nella sua missione, un intellettuale che interveniva in tutte le fasi del lavoro editoriale dei propri libri e di quelli degli altri, un talento immenso che in nome dell’arte si è sacrificato fino a consumarsi.
Oltre a Fitzgerald, Luccone ha tradotto e curato diversi volumi di scrittori angloamericani. Nel 2005 ha fondato lo studio editoriale e agenzia letteraria Oblique.

Post più letti

Quelle "Scintille" nelle relazioni: Federico Pace racconta storie e incontri che decidono i nostri destini

È diventato un libro “Adelmo e gli altri. Confinati omosessuali in Lucania”

"Smart-Up!", il romanzo di Tommaso e Rita Felicetti per superare i tabù della canapa light