E' in libreria "Il lievito dell'eternità. La pietra filosofale sacramento della religione siderale" di Alessandro Boella e Antonella Galli


 
 
Alessandro Boella e Antonella Galli sono una coppia di liberi ricercatori italiani che hanno dedicato la vita allo studio dell’esoterismo in quanto aspetto spirituale del mondo. Sono tornati in libreria in questi giorni con un nuovo saggio, pubblicato nella collana Wu Wei della romana La Lepre Edizioni, dal titolo molto eloquente Il lievito dell'eternità.  La pietra filosofale sacramento della religione siderale. In quest’opera si tratta dei capisaldi della primordiale religione siderale (unica per tutto il mondo, come il mito della Fenice che la rappresenta), naturale religio perennis, fondata sulla natura divina del cielo, degli astri e dell’intelletto dell’uomo (nous). Il suo sacramento è la Pietra Filosofale, eterno nutrimento d’immortalità. Questa dottrina, enunciata dai Pitagorici e dal Corpus hermeticum, sviluppata da Platone e dai neoplatonici, esposta da Cicerone nel Sogno di Scipione poi commentato da Macrobio, insegnata da Anchise nel VI libro dell’Eneide, fu codificata nelle Nozze di Filologia e Mercurio, di Marziano Capella. Infusa nelle religioni salvifiche delle quali costituì l’intima essenza, essa ha rappresentato per più di dieci secoli la vera fede delle élites che risiedevano sulle rive del Mediterraneo, e il suo ruolo non è terminato.

Alessandro Boella e Antonella Galli sono una coppia di liberi ricercatori italiani che hanno dedicato la vita allo studio dell’esoterismo in quanto aspetto spirituale del mondo. Dopo più di trent’anni di studi ed esperienze, hanno cominciato a pubblicare parte dei frutti delle loro ricerche in un articolato progetto editoriale che attualmente comprende già decine di volumi. In lingua italiana per La Lepre Edizioni: L’ascesa all’Olimpo (2015); L’artificio supremo (2013); Il libro delle meraviglie di Giovanni Tritemio (2012).

Post più letti

"Enigmatica bicicletta", il noir del leader dei Dik Dik Pietruccio Montalbetti

"Mia figlia è un'astronave", l'esordio di Francesco Mandelli tra ironia e tenerezza

La vendetta feroce di una moglie tradita: "La gabbia dorata" di Camilla Lackberg